Benvenuti nella nuova era

calendario maya
Il calendario Maya

A quanto pare, siamo ancora vivi.

Poveri (pseudo)profeti. Ora dovranno andare a caccia di qualche altra Apocalisse, altrimenti che faranno nell’anno 2013 e successivi? (A quando il prossimo asteroide?)

E, soprattutto, poveri Maya (colpevoli solo di aver fatto finire l’ultimo dei loro “cicli lunghi” proprio oggi)!

Che spiegazione si può dare a quello che (non) è successo? Me ne vengono alcune:

  1. Abbiamo sbagliato a interpretare il calendario. In realtà la fine del mondo avverrà tra un anno/cinque anni/cinque secoli.
  2. Abbiamo capito male. Per “fine del ciclo” si intendeva la fine di un’era (cioè di quest’epoca malvagia e decaduta). Con conseguente entrata in una nuova era di pace e felicità tramite un bel salto di coscienza. Loro in realtà ce l’avevano spiegato. Ma siccome non eravamo ancora pronti per capire, sono stati costretti ad esprimersi in modo ambiguo. (I più illuminati in effetti avevano capito tutto, ma dovevano lasciar fare al resto di noi tutto il percorso).
  3. La fine del mondo in realtà c’è stata, ma in un Universo parallelo. Gli <inserire qui alieni super-avanzati preferiti> ci hanno fatto il grande favore di salvarci (ancora una volta) da noi stessi, e noi non ce ne siamo neanche accorti. Capiremo tra qualche milione di anni.

Nel frattempo, le prove che siamo entrati in questa nuova era sono anch’esse, purtroppo, invisibili.

Le notizie che sento mi sembrano sempre le stesse, e non ho dubbi che sarebbero state molto simili anche migliaia anni fa (mitiche età dell’oro comprese), se avessero avuto Internet o la TV.to-do list

Ma sicuramente sarò io a non capire. Mi aspetta un lungo percorso, e mi conviene segnarmi le tappe nella mia agenda cartacea oltre che su Evernote.

Meno male: mi sarebbe dispiaciuto lasciar cadere nella lava/fiume in piena/vuoto dimensionale un’agenda con gli ultimi fogli ancora bianchi.

Collegamenti

* Capolavori? Lo so, lo so. Ma abbiate pazienza, la loro importanza è solo simbolica!

Immagini: “Maya Calendar” e “to-do list”, di P.L. Cartia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

l'Informativa Privacy


Place your text here


Ho letto e compreso i Termini d’uso, in particolare l'Informativa Privacy