Fantascienza e fantasy umoristici, space opera e tutto il resto.
 
Bene accompagnati

Bene accompagnati

booo crop circle
Boo! Attribution: Immagine: “Oooh! Crop Circle!” di fisshaasan, licenza: CC BY-NC-SA 2.0. Modificata da P.L. Cartia.

Tempo fa, mentre vagavo cercando tutt’altro, mi è capitato sotto gli occhi un post:

Titolo: Fobia sociale.

Sottotitolo: Non siete soli

(No, non è inventato).

Geniale, no? Così chi si sente soffocato dalla troppa gente si sente proprio rassicurato.

Non siamo soli. Lo dicono anche quelli che vorrebbero trovare vita extraterrestre intelligente. Non capiscono che

“The surest sign that intelligent life exists in the Universe is that has never tried to contact us” (Bill Watterson, “Calvin & Hobbes”).

Al di là di tutto, compresi certi piccoli inconvenienti come guerre, fame e ingiustizie, che interesse potrebbero mai suscitare gli abitanti di questo mondo (sempre che vengano classificati come intelligenti)?

Ci sono poi altre teorie. Dopotutto, siamo una civiltà avanzata, no? (per questo mi piacerebbe sapere dove sono le altre, quelle che sono servite, perché degli avanzi non credo interessi a nessuno).

Quindi è ovvio che, affascinati dal nostro meraviglioso progresso, gli alieni non vedano l’ora di fare la nostra conoscenza.

Ecco perché, per prepararci al passo successivo verso il grande cambiamento dimensionale  (sì, è così, ci manca solo un piccolo passettino e poi saremo accolti con tutti gli onori nella comunità galattica) ci hanno fatto vedere film come ET, telefilm come Star Trek o saghe come Guerre Stellari.

L’educazione più efficace, lo sanno tutti, passa attraverso l’intrattenimento (serie TV in particolare). Solo così si costruiscono menti in grado di pensare in modo responsabile e autonomo.

Nel frattempo, dovendo prepararci a questa grande ascensione collettiva, abbiamo provveduto a rendere questo pianeta un luogo sempre più ospitale.

Direttamente, ovvio, conosco solo il mio angolo, e vedo tutto dalla mia prospettiva.

Se la realtà è veramente paragonabile a un ologramma, e quindi – come sicuramente i signori Fratelli dello spazio verrebbero a dirci – ogni parte dell’universo contiene l’informazione sul Tutto, allora è quantomeno interessante sapere cosa penso io: magari dai miei pensieri si possono ricavare i pensieri di tutta l’Umanità (no, che ho fatto di male?)

Che responsabilità. Comunque sia, speriamo che non ne traggano le conclusioni che avevo in mente…

Attribution: Immagine: “Oooh! Crop Circle!” di fisshaasan, licenza: CC BY-NC-SA 2.0. Modificata da P.L. Cartia.